Alain Beaudouard

Fotografie

I "capelli in inverno", Alain Beaudouard ha attraversato fino ad oggi 131 paesi. Documentarista, fotografo, pittore di viaggi e scrittore. Particolarmente attratto dai popoli primitivi in fase di crescente globalizzazione. Ciò non gli impedisce di aprire gli occhi sulle condizioni umane, le tradizioni e l'ambiente. La vita sottomarina è anche l'altro suo parco giochi. Indipendente, con sede in Indonesia da 28 anni, collabora con National Geographic, BBC e FujiTV tra gli altri. Trae la sua energia da Discovery and Adventure. La sua forza motrice: "vedere, capire, trasmettere esperienza ed emozione, senza mai giudicare!" Per essere il più vicino possibile agli Umani e assorbire gli spazi, viaggia principalmente in moto, prendendosi tutto il suo tempo. La sua ultima Odissea lo ha portato da St-Tropez (Francia) a Bali (Indonesia), in moto, per 13 mesi, 42.000 km attraverso 27 paesi (2019-2020). Nessuna delle sue foto è stata esposta fino ad oggi, ma è giunto il momento della condivisione. Si definisce "Passeggero di storie, immagini ed emozioni" i cui strumenti si completano a vicenda: "Il film lascia scorrere il tempo", "La fotografia ferma il tempo", "La scrittura racconta il tempo" , "Il dipinto traduce la nostalgia del passato". Recentemente ha lavorato alle sue foto per trasformarle in "opere digitali" La sua filosofia: "Lo straniero è l'amico che ancora non conosciamo" (dice Touareg)

Art and Emotion non può essere giudicato, non partecipa a nessun concorso

Solo i suoi dipinti: Singapore, Hong Kong, Giappone, Francia.