Jean Ber photographe

Fotografie

Sono un fotografo per la stampa e sono specializzato nel ritrarre personaggi del mondo del cinema e della musica. Le testate con le quali ho collaborato sono: Liberation, 7 à Paris, Première, Jazz magazine, ecc ... Ho lavorato anche per case editrici (Sony music, Dreyfus Jazz) (Albin Michel) He Sono molti i libri pubblicati su Gainsbourg, Michel Petrucciani, Dutronc, Bashung, in cui sono pubblicate le mie foto. I motivi per cui ho avuto il privilegio di incontrare tutti questi artisti (brevemente o in modo continuativo) sono generalmente legati a un evento mediatico: per l'uscita di un disco, di un film, di un libro o di tutti Altro evento artistico, i servizi stampa contattano le riviste per organizzare interviste che generalmente si svolgono in grandi alberghi in cui sono riservate suite e dove i giornalisti sfilano per uno o più giorni ... la "copertina" di un giornale, spesso andavamo in uno studio fotografico a noleggio superbamente attrezzato con una sfilza di assistenti ... più raramente, ma mi è successo molte volte, quando simpatizzavo con un artista e 'ha apprezzato le mie immagini, sono andato a casa sua o abbiamo deciso di fare un servizio fotografico tematico in quel posto dopo aver scouting (e autorizzazione) con parrucchiere, truccatore, assistente e un sacco (anche) di attrezzatura per le riprese e fulmini l'età, che rassicura tutti; a volte era intimo, senza testimoni, solo una macchina fotografica e un obiettivo, tecnica minimalista ma che spesso permetteva loro di "rubar loro l'anima" Il rapporto del fotografo con la modella è complesso: sono sia diffidenti che esigenti e lo è un interessante gioco di specchi (tra ciò che desiderano restituire come immagine di se stessi e ciò che volevo "prendere" da loro) ma come dice Godard, non ci sono immagini corrette, ci sono solo immagini...

La mia ricompensa è la possibilità che ho di incontrare tutti questi esseri eccezionali, che io li ammiri o no e questo non ha prezzo !!!

Rencontres d'Arles 1984, agenzia VU AIDS in Africa 1989, FNAC Tribute to Michel Petrucciani 2019/2020